Udienza 13 gennaio 2014: il volto umano del processo, sit-in dei passeggeri della Concordia


Concordia:2 anni;'corteo' naufraghi,minuto silenzio in aulaUna trentina di passeggeri si sono raccolti e raccontati a Grosseto in occasione del sit-in organizzato da “Giustizia per la Concordia” per il secondo anniversario del naufragio della nave Costa Concordia. Nonostante fosse noto che l’udienza vera e propria non si sarebbe tenuta, erano presenti tutti i giornalisti delle principali testate e reti nazionali ed estere, ancora oggi interessati a descrivere il volto umano delle parti civili. Un appuntamento importante, che quindi ha sicuramente centrato gli scopi prefissi dal ns. pool: commemorare le vittime, chiedere alla Costa maggiore rispetto per i passeggeri e sensibilizzare il Tribunale e l’opinione pubblica sul tema delle gravi responsabilità della compagnia di navigazione.

Un ringraziamento enorme va dunque a queste persone, alcuni di loro anche provenienti dall’estero, che hanno voluto partecipare alla ns. iniziativa e, a loro spese, hanno mostrato il più vero degli aspetti di questa vicenda, troppo spesso schernito dai legali della compagnia di navigazione, ovverosia la sofferenza ancora presente in tutti al ricordo indelebile di quelle ore di terrore. Commozione e molti occhi lucidi nel corso del minuto di silenzio osservato in aula da naufraghi, magistrati ed avvocati, a suffragio dei 32 morti del 13 gennaio 2012. Altro aspetto importantissimo, per noi del pool, è stata la eccezionale ed uniforme “preparazione” dei ns. clienti intervenuti sulle tematiche e sugli sviluppi processuali, testimoniando l’utilità di questo blog ed il valore delle nostre relazioni su ogni udienza ed aspetto della vicenda. Il collegamento su Facebook ha generato migliaia di letture degli articoli in questi giorni.

isola_del_giglio_costa_concordia_raddrizzata3Unica disposizione del Collegio inerente il processo, in questa sessione, riguarda la autorizzazione ad una delegazione di 10 avvocati a salire a bordo della Concordia per accompagnare i periti ed i consulenti il 23 gennaio, alla ricerca di importanti elementi sopratutto riguardo ai malfunzionamenti del generatore diesel di emergenza (DGE) ed alla presunta alterazione del registro informatico delle manutenzioni. Noi avvocati di Giustizia per la Concordia, come sempre in prima linea, ci saremo.

Due grandi assenti: Francesco Schettino, che ha perso una occasione unica, mancando all’appuntamento con quei passeggeri che, pur aspettandosi le scuse del comandante per gli errori commessi, chiedono di allargare le responsabilità anche verso la compagnia,  e la compagnia Costa Crociere, la quale, oltre a non aver avuto neppure il decoro di unirsi alla richiesta, avanzata e preannunciata al Presidente Giovanni Puliatti dagli avvocati delle parti civili  (alla quale ha aderito la difesa dell’imputato), per disporre qualche minuto di silenzio in forma di memoria e rispetto per le vittime, ha fatto di tutto per impedire ai naufraghi di raggiungere il Giglio.

naufraghi_sit-in_2014

Ed invero se, come già detto, al primo anniversario la Costa S.p.A. mandò una lettera a tutti i passeggeri della Concordia, invitandoli espressamente a non recarsi sull’isola per le celebrazioni, quest’anno ha deciso di fare meglio: non interessandosi dei transfer da e per l’isola (come fu costretta a fare l’anno scorso), ha di fatto impedito a tutti i passeggeri e coloro che avrebbero voluto unirsi alle commemorazioni serali organizzate dal comune del Giglio, di  poter tornare la sera sulla terraferma, visto che l’ultimo traghetto Toremar parte alle 17,30. E la Costa è una imponente compagnia di navigazione!

Una udienza, in conclusione, svuotata di contenuti processuali, tenuto conto dello sciopero nazionale degli avvocati al quale ha aderito la difesa di Schettino (rinvio al 27 gennaio 2014), ma decisamente piena di significato umano, come non era mai avvenuto prima in questo processo, in ogni occasione dimostrando la portata eccezionale dell’evento che l’ha originato.

Grazie ancora a tutti coloro che hanno portato la loro testimonianza e voce a Grosseto, ed a tutti quanti quelli che sul web seguono ed apprezzano il nostro incessante lavoro alla ricerca della verità sul naufragio.

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...